Autorizzazione all’uso dei cookie

Tu sei qui

La scuola primaria

 La scuola del primo ciclo

Il primo ciclo d’istruzione comprende la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado. La sua finalità è la promozione del pieno sviluppo della persona, perciò accompagna gli alunni nell’elaborazione del senso della propria esperienza, promuove la pratica consapevole della cittadinanza attiva e l’acquisizione degli alfabeti di base della cultura.

Dalle Indicazioni Nazionali

 "Fin dai primi anni del percorso scolastico, l'educazione svolge un fondamentale ruolo di orientamento, fornendo all'alunno le occasioni per capire se stesso, per prendere consapevolezza delle sue potenzialità e risorse, per progettare percorsi esperienziali e verificare gli esiti conseguiti in relazione alle attese.".  
"La scuola primaria mira all'acquisizione degli apprendimenti di base, come primo esercizio dei diritti costituzionali. " “Ai bambini e alle bambine che la frequentano va offerta l'opportunità di sviluppare le dimensioni cognitive, emotive, affettive, sociali, corporee, e di acquisire i saperi irrinunciabili. Si pone come scuola formativa che, attraverso gli alfabeti delle discipline, permette di esercitare differenti potenzialità di pensiero, ponendo così le premesse per lo sviluppo del pensiero riflessivo e critico. Per questa via si formano cittadini consapevoli e responsabili a tutti i livelli, da quello locale a quello europeo.
La padronanza degli alfabeti di base è ancor più importante per bambini che vivono in situazioni di svantaggio: più solide saranno le strumentalità apprese nella scuola primaria, maggiori saranno le probabilità di inclusione sociale e culturale attraverso il sistema dell'istruzione. “
 

Le nuove Indicazioni Nazionali definiscono la scuola primaria come l'ambiente educativo di apprendimento nel quale ogni bambino trova le occasioni per maturare progressivamente le proprie capacità di autonomia, di relazione, di progettazione, di esplorazione, di studio e di riflessione logico-critica.

La scuola Primaria accogliendo, valorizzando le diversità individuali, comprese quelle della disabilità,

promuove il pieno sviluppo della persona umana;

offre agli alunni occasioni di apprendimento dei saperi e dei linguaggi culturali di base;

fa sì che gli alunni acquisiscano gli strumenti di pensiero necessari per apprendere a selezionare le informazioni;

promuove negli alunni la capacità di elaborare metodi e categorie che siano in grado di fare da bussola negli itinerari personali;

favorisce l’autonomia di pensiero degli alunni, orientando la propria didattica  alla costruzione di saperi a partire da concreti bisogni formativi;

educa ai principi fondamentali della convivenza civile.

AREE DISCIPLINARI E DISCIPLINE

“Fin dalla scuola dell'Infanzia, nella scuola Primaria e nella scuola Secondaria di primo grado l'attività didattica è orientata alla qualità dell'apprendimento di ciascun alunno e non ad una sequenza lineare, e necessariamente incompleta, di contenuti disciplinari.

I docenti, in stretta collaborazione, promuovono attività significative nelle quali gli strumenti e i metodi caratteristici delle discipline si confrontano e si intrecciano tra loro, evitando trattazioni di argomenti distanti dall'esperienza e frammentati in nozioni da memorizzare.

Le discipline, così come noi le conosciamo, sono state storicamente separate l'una dall'altra da confini convenzionali che non hanno alcun riscontro con l'unitarietà dei processi di apprendimento.”

(tratto dalle Indicazioni Nazionali)

 

Articolazione oraria del curricolo

CLASSI A TEMPO PIENO

  QUOTA ORARIA SETTIMANALE PER DISCIPLINA
DISCIPLINE CL 1^ CL. 2^ CL. 3^ CL. 4^ CL. 5^
Italiano 10 9 9 9 9
Inglese     1* 2 3 3 3
Storia 1 2 2 2 2
Geografia 1 1 2 2 2
Matematica 8 7 7 7 7
Scienze e Tecnologia 2 2 2 2 2
Musica 1 1 1 1 1
Arte e Immagine 2 2 2 2 2
Educazione Fisica 2 2 2 2 2
I.R.C./A.A. 2 2 2 2 2
Informatica trasversale trasversale trasversale trasversale trasversale
Cittadinanza e Costituzione trasversale trasversale trasversale trasversale trasversale

*Le quote orarie in blu sono le uniche stabilite da normativa.

Il modello di scuola a Tempo Pieno consente di aumentare, rispetto al tempo normale, la quota oraria per disciplina poiché si ritiene che la maggior permanenza a scuola dei bambini (40 ore) debba prevedere:

  • tempi per il consolidamento degli apprendimenti
  • attuazione di didattiche laboratoriali
  • tempi ricreativi adeguati
Per questo motivo la quota oraria prevista per la mensa e l'intermensa è di 10 ore settimanali nelle classi prime e seconde e di 8 ore settimanali nelle ultime tre classi.
 

Articolazione oraria del curricolo

CLASSI A TEMPO NORMALE

  QUOTA ORARIA SETTIMANALE PER DISCIPLINA
DISCIPLINE CL 1^ CL. 2^ CL. 3^ CL. 4^ CL. 5^
Italiano 9 8 7 7 7
Inglese     1* 2 3 3 3
Storia 1 2 2 2 2
Geografia 1 1 2 2 2
Matematica 7 6 6 6 6
Scienze e Tecnologia 2 2 2 2 2
Musica 1 1 1 1 1
Arte e Immagine 2 2 1 1 1
Educazione Fisica 1 1 1 1 1
I.R.C./A.A. 2 2 2 2 2
Informatica trasversale trasversale trasversale trasversale trasversale
Cittadinanza e Costituzione trasversale trasversale trasversale trasversale trasversale

 *Le quote orarie in blu sono le uniche stabilite da normativa

L'organizzazione oraria con i 2 rientri prevede, oltre alla quota delle 27 ore disciplinari, 2 ore e 30 minuti di tempo dedicato alla mensa e intermensa per un totale di tempo scuola settimanale di 29 ore e 30 minuti.